Tecnologie

Case History

La metodologia e i processi tecnici attraverso cui implementiamo
il nostro operato

Telecamera Matriciale

La telecamera è un dispositivo optoelettronico in grado di produrre un'immagine bidimensionale della scena inquadrata. Le telecamere oggi utilizzate in ambiente industriale sono costituite da un sensore allo stato solido, cioè mediate un chip di silicio. Le tecnologie più diffuse sono quelle dei sensori CCD (Charge-Couple Devices) e CMOS (Complementary metal–oxide–semiconductor).

leggi tutto →

Telecamera Lineare

La telecamera lineare produce un'immagine costituita da una sola linea di pixel. L'immagine completa viene costruita a bordo dell'elaboratore, sfruttando il movimento relativo tra l'oggetto e la telecamera. Il movimento dell'oggetto viene solitamente sincronizzato per mezzo di un encoder.

leggi tutto →

Smartcamera

Si può definire Smart Camera un sistema in cui i componenti di digitalizzazione e di elaborazione delle immagini sono racchiuse in un unico contenitore. Il termine viene normalmente associato a dispositivi impiegati in applicazioni di visione artificiale.
Questa architettura si pone come alternativa ad altri sistemi in cui i componenti risiedono in diversi dispositivi come per esempio quelli basati su telecamere, frame grabber e PC .

leggi tutto →

Colori

Tutti i colori presenti nello spettro visibile 350-780nm possono essere rappresentati sommando tre componenti dei tre colori primari RGB (Red, Green, Blue). Questa proprietà viene definita proprietà additiva dei colori. La terna di informazioni RGB viene anche chiamata spazio colore RGB, definito da un cubo in cui lo spigolo in basso a sinistra rappresenta il nero e quello in alto a destra il bianco.
Nell'ambito delle elaborazioni delle immagini lo spazio RGB viene utilizzato per acquisire ed elaborare le immagini. Le migliori telecamere a colori contengono tre sensori indipendenti in grado di rilevare ciascuno le tre componenti.

leggi tutto →

2D

La telecamera trasforma una scena del mondo reale a tre dimensioni (3D) in un piano a due dimensioni (2D) in cui la terza dimensione viene “appiattita”. Nell'ambito della visione industriale, i sistemi 2D sono quelli maggiormente impiegati e sono appropriati qualora le informazioni sulla terza dimensione siano irrilevanti al fine del controllo richiesto.

leggi tutto →

3D

Nel caso in cui il sistema di visione rilevi anche le informazioni sulla terza dimensione si parla di sistemi 3D. Durante l'elaborazione delle immagini 3D si utilizzano informazioni di tutte e tre le coordinate (x,y,z) dei punti della scena, in modo da ricavarne la posizione e l'orientamento nello spazio.
Le tecniche di acquisizione delle immagini in 3D sono diverse e complementari, possono ad esempio essere basate sulla triangolazione laser, sulla stereoscopia o sulla omografia, sul tempo di volo della luce (Time Of Flight, TOF).
L'elaborazione delle immagini richiede di norma una elevata capacità di calcolo per via della grande quantità di dati contenuti nelle immagini. In alcuni casi invece, le informazioni possono essere riconducibili ad immagini 2D, e quindi elaborate con gli stessi algoritmi di image processing.

leggi tutto →